Perché il monitoraggio genitoriale è così importante

By on 08-11-2016

L’estate è il momento perfetto per concedere ai ragazzi un po’ di libertà in più: non ci sono lezioni, non ci sono compiti da fare e possono passare più tempo con gli amici. Ora che i lunghi giorni d’estate stanno per lasciarci però, è il momento di riconsiderare il monitoraggio del tempo che i ragazzi passano davanti a uno schermo. Mettete subito all’opera un sistema di monitoraggio e vi guiderà fino alla traumatica stagione del rientro a scuola.

Durante l’anno scolastico, i ragazzi avranno più occasioni di comunicare con gli amici, di provare nuove risorse digitali e di passare del tempo online per fare i compiti. È importante assicurarsi che abbiano accesso alle risorse di cui hanno bisogno, continuando a limitare o a bloccare siti e app che potrebbero essere deleteri per una crescita sana. Nell’era informatica in cui viviamo, avere dimestichezza con la tecnologia è fondamentale per i ragazzi, ma sta ai genitori trovare e mantenere il giusto equilibrio. Qustodio può aiutarvi proprio in questo.

Gli studi hanno dimostrato che troppa fruizione di media può avere un’influenza negativa sui voti, sull’attenzione, sull’attività fisica, sull’indice di massa corporea e sul sonno. Si tratta di elementi fondamentali nella vita dei ragazzi, quindi è necessario aiutarli a fare le scelte giuste comprendendo il modo in cui passano il loro tempo digitale.

Tutti vogliamo dei figli in salute, produttivi e felici, ma come raggiungere questo traguardo?

Limitare l’uso dei media e indirizzare i ragazzi verso contenuti digitali di qualità contribuisce a creare risultati positivi, determinando una reazione a catena che migliora il sonno, la salute e le performance scolastiche. Diminuisce inoltre l’esposizione a contenuti violenti, tenendo quindi a freno comportamenti aggressivi e favorendo atteggiamenti pro-sociali.

Partecipare alle attività dei vostri figli, li protegge da media pericolosi o inappropriati, ma vi aiuta anche a indirizzarli verso risorse di qualità, educative e che arricchiscono. Oltre a favorire le loro competenze tecnologiche, il tempo passato sulle risorse digitali può aumentare le competenze letterarie e di vocabolario, le abilità matematiche, l’apprezzamento per la cultura, la comprensione scientifica, il lavoro di squadra e l’empatia. Tuttavia, il tempo passato davanti a uno schermo e il consumo di media dovrebbe essere inserito all’interno di un contesto più ampio in termini di apprendimento e crescita emotiva.

Con Qustodio potete monitorare con facilità il tempo che i vostri figli passano davanti a uno schermo e i contenuti. Vi basta semplicemente configurate Qustodio su ciascun dispositivo e poi riceverete aggiornamenti grafici giornalieri in merito all’attività dei vostri ragazzi e potrete inoltre controllare la loro attività minuto per minuto dalla dashboard. Qustodio individua qualsiasi attività discutibile per monitorarla con facilità. Anche l’attività totale si articola in siti web e applicazioni, contatti di social media, tempo passato su ciascuna attività e su ogni dispositivo. Individua anche i termini di ricerca specifica. Le statistiche per i siti web visitati comprendono affidabilità, sicurezza, prima e ultima visita alla pagina e molto altro. I genitori possono usare anche Qustodio per monitorare le telefonate e i messaggi di testo dei propri figli.

Con un account gratuito, è possibile monitorare un solo ragazzo su un dispositivo, il che è perfetto per iniziare e imparare come fare. I genitori con più figli e dispositivi possono iscriversi ed avere un account premium, con funzionalità premium come il tracking di più di un dispositivo, i tabulati sull’uso di Facebook, il tracking della posizione, la possibilità di bloccare determinate applicazioni e molto altro.

I genitori sanno cosa è meglio per i propri figli, quindi Qustodio consente loro di personalizzare l’approccio di monitoraggio in base alle esigenze di ciascun ragazzo: magari un ragazzo predilige le app educative ma passa troppe ore al giorno davanti al suo tablet, mentre un altro passa un’ora al giorno online ma tende a scegliere contenuti inappropriati. I genitori possono limitare il tempo che uno dei loro figli passa online o bloccare l’accesso a determinati siti per l’altro. Dal momento che Qustodio può essere installato su telefoni, tablet e computer, è possibile monitorare i ragazzi anche quando non sono a casa.

Scaricate ora Qustodio e iniziate a monitorare l’attività dei vostri figli in pochi minuti. Installate Qustodio su qualsiasi nuovo dispositivo che i ragazzi porteranno a scuola, o su qualsiasi altro dispositivo casalingo. Assicuratevi inoltre di seguire Qustodio su Twitter e Facebook per essere informati sulle ultime notizie per navigare in maniera intelligente.